Poke House, svolta plant-based

Il format fondato da Matteo Pichi e Vittoria Zanetti annuncia il lancio della prima bowl col pollo plant-based di This, distribuito in Italia da BM Food
Poke House, svolta plant-based

“This isn’t Ed Sheeran and This isn’t Chicken”. La leggendaria campagna marketing lanciata da Andy e Pete, i due fondatori della startup inglese di plant-based food This, si arricchisce di un nuovo capitolo che vede Poke House come insegna.

NON È UNA BOWL DI POLLO

Con “This isn’t Chicken Poke”, il format italiano Poke House si inserisce nel crescente segmento del plant-based.  Un universo può già annoverare il meglio della ristorazione mondiale, da Burger King a McDonald’s passando per Starbucks e Pizza Hut.

Riso integrale, cetrioli, pomodorini, avocado, salsa senape, miele, salsa speciale, sesamo e jalapeño per la nuova bowl da oggi 11 gennaio fino al 20 marzo via delivery e in tutti i 21 store di Poke House in Italia e all’estero, con la quale il format intende conquistare i palati soprattutto dei flexitariani oltre che ovviamente quelli di vegani e vegetariani.

Una svolta da intendersi soprattutto in un’ottica di sostenibilità, data la ridotta impronta ambientale e idrica del THIS isn’t Chicken, al pari di tutto il plant-based food.

SVOLTA SOSTENIBILE

“Viviamo in un momento storico in cui l’attenzione alla sostenibilità è una priorità, con scelte di consumo che tengano presente dell’impatto ambientale di prodotti e servizi – commenta Vittoria Zanetti, co-founder di Poke House. – Un aspetto questo da sempre molto importante per noi in Poke House. Per questo abbiamo collaborato con il brand THIS per la nuova ricetta invernale, con una proteina interamente plant-based, sperimentando uno dei trend più innovativi nel settore food. La nuova seasonal è pensata non solo per i vegani, ma anche per i flexitariani, ossia coloro che pur non avendo abbandonato del tutto il consumo di carne scelgono le alternative vegetali per una dieta più bilanciata e perché preservano l’ambiente. Oltre che per tutti quelli che sono curiosi di provare questo nuovo tipo di proteina vegetale che siamo certi li lascerà stupiti. Da oggi chi sceglie una THIS isn’t Chicken Poke contribuisce a un risparmio dell’87% di acqua, oltre che a una riduzione delle emissioni di CO2 del 83% (per kgs di prodotto ndr). Si tratta per noi di un primo ma significativo passo nella direzione della food innovation, specialmente se consideriamo che i prodotti del rinomato brand THIS non sono mai stati utilizzati all’interno di una poke bowl nel panorama italiano. Speriamo che questa nostra ricetta invernale possa aiutare i Poke House Lover a scoprire un ingrediente nuovo che promette di essere tra i sapori del futuro”.

Mattia Malgara di BM Food aggiunge: “Siamo davvero orgogliosi di aver contribuito alla creazione di THIS isn’t Chicken Poke. Bm Food è stata la prima azienda ad aver portato prodotti plant-based in Italia. Innovazione e qualità del prodotto sono da sempre i nostri punti fermi: THIS e Poke House, senza dubbio, rispettano queste prerogative. Per questo siamo sicuri non deluderà le aspettative, soddisfando palati vegan e non. Entrambi i nostri partner hanno da poco concluso delle fortunate campagne di crowdfunding: a testimonianza che prodotti plant-based e proposte alternative oramai non sono più di nicchia. Il mercato è pronto e ricco di opportunità.”

© Riproduzione Riservata