Hamerica’s & Heura, primo locale italiano 100% plant-based

Ha aperto l'11 novembre il primo ristorante completamente vegetale della catena di cibo americano che servirà prodotti del brand spagnolo
Hamerica’s & Heura, primo locale italiano 100% plant-based

Hamerica’s come Burger King? Grattacapi a parte, pare proprio di si. Dopo il primo locale 100% plant-based sul suolo teutonico aperto dal gigante americano, il format Hamerica’s, americano solo di nome, ha fatto lo stesso, ma in Italia e precisamente a Bologna.

TU VUÒ FA L’AMERICANO…MA PLANT-BASED

L’11 novembre è stato inaugurato infatti nella capitale emiliana il nuovo concept plant-based della catena, che servirà tutti i grandi cavalli di battaglia, ma rivisitati in chiave vegetale, grazie alla partnership con Heura annunciata qualche giorno fa.

Il format si dimostra così attento al cambiamento in atto nei consumi e nelle preferenze in campo alimentare, che vede sempre più persone propendere per regimi e stili di vita più rispettosi della natura, come il flexitarianesimo, nel quale il plant-based occupa un ruolo predominante.

RIVOLUZIONE GREEN IN SALSA BOLOGNESE

Dal 2016, anno di fondazione del brand, l’azienda ha sempre lavorato su tre importanti aree di sviluppo strategico: innovazione, qualità e sostenibilità. Innovazione, anche grazie al rapporto di esclusiva con  Heura, che con la lista di ingredienti più corta del mercato e di origine mediterranea ha creato materie prime dal gusto inconfondibile. Qualità della materia prima, dal pane sfornato ogni giorno, alla carne proveniente da allevamenti non intensivi. Infine, sostenibilità, da sempre l’azienda caratterizza i propri ristoranti attraverso l’utilizzo di materiali di recupero (oltre il 30%) e a questo si aggiunge l’ampio uso di materiali compostabili, e oggi le carni vegetali per ridurre ancora di più il carbon footprint della catena. Aspetti che ben si riassumono in questa rivoluzione green” che si concretizza nell’apertura di oggi a Bologna”, commenta Davide Gionfriddo, CEO di Foodelicious (proprietaria del marchio Hamerica’s).

SOSTENIBILE CON GUSTO

“Con il nuovo locale di Hamerica’s e la partnership che vede i nostri prodotti nei suoi nuovi menù vogliamo dimostrare anche ai più scettici che mangiare in maniera sana, preservando l’ambiente non vuol dire rinunciare al gusto” – commenta Marc Coloma, co-fondatore e Ceo di Heura – non solo, la versatilità dei nostri prodotti permette di rivisitare in chiave vegetale una pluralità di ricette, tanto da poter pensare un ristorante con una proposta completamente plant based, Siamo certi che chi entrerà in via Zamboni 56 e assaggerà la nostra carne vegetale concorderà con quanto dico, perché siamo la carne del XXI secolo.

ALL’INIZIO NON CI CREDEVO MA POI…

Mi son dovuto ricredere una volta assaggiati i prodotti“, ha dichiarato Ivan Totaro, fondatore di Hamerica’s, raggiunto in esclusiva da Food Service.

Una dichiarazione già di per sé forte, ma che assume ancor più valore se si considera che Ivan, per sua stessa ammissione, è “un carnivoro convinto”.

Dopo l’assaggio Ivan ha capito che “potevamo mantenere la stessa identità di Hamerica’s, ma senza carne, con una maggior attenzione alla sostenibilità”.

Bologna è stata scelta ovviamente per ragioni di target “Il punto vendita di Bologna è all’interno della cittadella universitaria, popolata quindi da persone giovani, che hanno a cuore il tema della sostenibilità e conoscono la filosofia dietro all’alimentazione plant-based”.

Come accennato in apertura, il locale di Bologna “mantiene la stessa identità di Hamerica’s, ma con una rivisitazione del logo, che include anche la faccina di Heura, che sono a tutti gli effetti dei partner in questa iniziativa”.

Sviluppi futuri? “Non escludiamo l’apertura di un punto vendita plant-based anche a Milano”.

Plant-based in Italia…eppur si muove….

© Riproduzione Riservata