Doordash acquisisce Wolt: deal da 7 miliardi di euro

Il gigante americano penetra nel mercato europeo del food delivery grazie all'acquisizione della startup finlandese
Doordash acquisisce Wolt: deal da 7 miliardi di euro

La polarizzazione nel mercato del delivery è qualcosa che noi di Food Service avevamo predetto già nella nostra cover story di marzo 2020. Un concetto poi ripreso recentemente in occasione degli ultimi round di Gorillas e Flink. E l’ultima operazione non fa che avvalorare tale tesi e concentrare ulteriormente un mercato che, a forza di acquisizioni, in una decade, potrebbe trovarsi con soli cinque grandi player.

DALLA FINLANDIA AGLI USA

Uno di questi sarà con ogni probabilità Doordash, che ha ufficializzato l’acquisizione della finlandese Wolt. Dopo il round E da 530 milioni di dollari dello scorso gennaio, la startup realizza quindi una exit da record passando, per 8,1 miliardi di dollari (7 miliardi di euro), al gigante americano.

Doordash entrerà così in 23 Paesi Europei, soprattutto nel nord e est Europa, ma anche in Grecia, Malta, senza dimenticare Israele, con il brand Wolt, che continuerà quindi a operare sotto il proprio marchio.

L’UNIONE FA LA FORZA

Francamente parlando, se me l’avesse chiesto qualche mese fa, avrei detto che avremmo preferito competere con DoorDash“, ha affermato Miki Kuusi, fondatore e amministratore delegato di Wolt. Ho realizzato che insieme possiamo fare molto di più, perché alla fine siamo sempre stati un’azienda sfavorita da un mercato interno nel quale è difficile operare”.

Il nostro è un business nato per essere internazionale, quindi non potremmo essere più entusiasti”, ha dichiarato Tony Xu, amministratore delegato di Doordash. “Abbiamo l’opportunità di costruire una piattaforma globale per il commercio locale nell’era di Internet. Unire le forze con Wolt approfondirà il nostro pool di straordinari talenti e ci consentirà di accelerare la nostra crescita internazionale, elevando al contempo la nostra attenzione sugli Stati Uniti e l’efficienza degli investimenti, aumentare il nostro potenziale di profitto a lungo termine e generare un valore significativo per gli azionisti“.

© Riproduzione Riservata