A novembre da Bun Burgers si paga con TikTok

Ebbene sì: da Bun Burgers, per tutto il mese di novembre, sarà possibile pagare con un TikTok. Non è una nuova cryptovaluta, ma attivazione di awareness verso il locale. Funzionerà?
A novembre da Bun Burgers si paga con TikTok

Dopo le nuove aperture di Milano e il quarto locale aperto a Torino, è proprio il caso di dirlo: un bun tira l’altro! Il format di Danilo Gasparrini, che durante il primo lockwdown aveva puntato tutto sul delivery, ha ormai preso piede e spazio nelle vie e nelle piazze di Milano e Torino.

Bun Burgers è unico nel suo genere per diverse motivazioni e scelte strategiche. Innanzitutto, spicca la possibilità di ordinare ogni burger nella versione veggie grazie all’utilizzo di Beyond Meat (che sappiamo essere letteralmente sulla bocca di tutti e non sempre in positivo). Anche l’arredamento è una caratteristica differenziante: luci fluo, insegne neon, tavoli e sedie di design non passano certo in secondo piano e strizzano l’occhio all’Instagrammer o, perché no, anche al TikToker.

L’ultimo tratto di differenziazione del Brand riguarda quello che, appunto, vede TikTok coinvolto: Bun Bugers ha un’anima fortemente digitale, improntata sull’utilizzo dei canali nel modo più giusto (e proficuo) possibile. Basta guardare il suo feed di Instagram per notare che estetica, copy e formati sono ben conosciuti e utilizzati.

TIKTOK COME MONETA DI SCAMBIO? BUN BURGERS DICE Sì!

Un’anima digitale di questo tipo non poteva non passare per TikTok. E, infatti, Bun Burgers lo ha fatto, ma, invece dei classici video brevi a ritmo di musica. Bun Burgers ha deciso di utilizzare il social per un’attivazione che ha fatto tanto (e bene) parlare di sé.

Come racconta il post di Milano Ha Fame, la pagina Instagram dedicata alla scoperta dei nuovi ristoranti meneghini, Bun Burgers ha lanciato una promo attiva per tutto il mese di novembre. Per partecipare basta: visitare uno dei vari Bun Burgers; fare e pubblicare un TikTok; mostrarlo in cassa per ricevere un menù Hamburger, patatine e bevanda, gratis a scelta.

L’attivazione ha l’obiettivo di utilizzare la viralità del mezzo TikTok e di fare così buzz intorno al proprio nome senza dover realizzare né pubblicare un contenuto, ma servendosi dello UGC (User Generated Content).

© Riproduzione Riservata