Nuova Food Hall a Napoli Centrale

L’intervento di restyling realizzato da Grandi Stazioni Retail, con un investimento di 15 milioni di euro, consegna alla città partenopea un'area di oltre 4 mila metri quadrati dedicata al food
Nuova Food Hall a Napoli Centrale

Prosegue la riqualificazione delle stazioni ferroviarie delle grandi città italiane da parte di Grandi Stazioni Retail. Lo scorso 16 settembre è stata inaugurata la nuova Food Hall di Napoli Centrale: un’area di oltre 4 mila metri quadrati dedicata al food, affacciata sui binari e completamente permeabile ai flussi.

L’intervento di restyling di Grandi Stazioni Retail, che ha comportato l’investimento di 15 milioni di euro, si inserisce nell’effervescenza e nell’interesse che in questo momento è rivolto alla stazione di Napoli e ai suoi futuri sviluppi, come hub intermodale, porta della Regione e nuova area direzionale. 

UNA RIQUALIFICAZIONE CONTRO IL DEGRADO

Punto focale dell’intervento, ideato dallo studio di architettura L22, è stata la trasformazione di questo grande spazio in disuso da circa 20 anni in un’area aperta di connessione tra la stazione e corso Novara, con la creazione di una nuova porta, un nuovo legame con la città, per combattere e allontanare il degrado.

Nel perimetro dello spazio sono ospitate le nuove attività di ristorazione, mentre nel mezzo ha ritrovato vita il grande lucernario progettato dall’architetto Nervi: una cascata di luce naturale che illumina e attira lo sguardo, uno sguardo verso il cielo impreziosito dalla presenza di un piccolo giardino pensile, anch’esso da tempo abbandonato, che ha ripreso vita grazie e alla ripiantumazione delle essenze originali.

Nella grande hall si affaccia il piano superiore, incorniciato dal lato binari da una splendida e inusuale vista del Vesuvio, e dall’altra sull’atrio e sullo skyline di piazza Garibaldi. I due piani della Food Hall sono collegati da scale mobili, ascensore e scale fisse, così da essere totalmente accessibili.

ATTENZIONE AL DESIGN E AI MATERIALI

Grande attenzione è stata riservata al design, ai materiali, al risparmio energetico e al comfort acustico per fare della nuova Food Hall di Napoli Centrale un accogliente luogo di pausa, dove offrire un piacevole intervallo nel turbinio della stazione: un’esperienza non solo funzionale, ma anche di convivialità.

Siamo felici dell’apertura del nuovo spazio” – ha dichiarato Alberto Baldan, amministratore delegato di Grandi Stazioni Retail. “La Food Hall di Napoli Centrale dimostra che la stazione continua il suo percorso di cambiamento, per rispondere alle nuove esigenze dei viaggiatori, del quartiere e della città. Non solo una vetrina di eccellenze locali e del buon mangiare, ma soprattutto un intervento che contribuisce a unire, migliorare e sviluppare il tessuto urbano che la circonda. Nei progetti che stiamo realizzando a Napoli, Roma, Torino e Milano, la stazione non è più un edificio dedicato al viaggio, ma è una rivoluzionaria funzione urbana”.

La ristorazione della nuova Food Hall si differenzia tra i due livelli: veloce e di qualità al piano terra, più “slow” al piano superiore. Un’offerta gastronomica varia e diversificata che si va ad aggiungere all’esistente e nata per incontrare le preferenze di tutti i segmenti di clientela, in ogni momento della giornata, con le insegne Al Dente, Bottega Prosecco, Billy Tacos, Cuori di Sfogliatella, Fresco, Il Vero bar del Professore, MammaMia, McCafé, McDonald’s, Heineken Beers& Bar, Nonna Titti Roadhouse, Scaturchio e ToastHouse.

Grazie a queste nuove aperture sono stati creati circa 200 nuovi posti di lavoro, una risorsa importante in questo momento per la città a vantaggio del tessuto economico locale.

© Riproduzione Riservata