News

Start-up innovative ai nastri di partenza

Agrofood BIC (Business Innovation Center), società creata da un gruppo di aziende del settore alimentare e della ristorazione, sosterrà start-up promettenti nello sviluppo del loro progetto imprenditoriale

Hanno preso il via ufficialmente le prime selezioni di start-up innovative nei settori food e beverage e agro-industriale da parte di Agrofood BIC (Business Innovation Center), società creata da alcuni aziende del settore alimentare e della ristorazione made in Italy: Granarolo, Gellify, Camst, Conserve Italia, Cuniola Società Agricola ed Eurovo.

Si tratta di un polo di innovazione che lavorerà su scala nazionale e internazionale per cogliere e valorizzare preziose opportunità di business.

Agrofood BIC, infatti, sosterrà start-up promettenti nello sviluppo del loro progetto imprenditoriale, combinando servizi di accelerazione, aiutandole a risolvere le difficoltà organizzative, operative e strategiche tipiche delle imprese neonate, con le competenze e gli strumenti specifici necessari a far crescere la loro idea di business nel mercato del food, superandone le barriere all’ingresso.

Tramite un Comitato tecnico-scientifico, Agrofood BIC selezionerà le iniziative più innovative fra le candidature pervenute e le start-up presenti sul mercato, prediligendo quelle connotate da fattibilità concreta e opportunità progettuali da sviluppare. Nel successivo programma di accelerazione le start-up verranno sottoposte a un training intensivo di alcune settimane che permetterà di passare da una iniziale selezione di dodici start-up alle cinque/sei caratterizzate da maggiore potenziale.

Ogni iniziativa ad alto potenziale sarà abbinata ad un mentor selezionato tra i soci di Agrofood BIC e a un progetto di open innovation da portare avanti con il coordinamento del mentor ed il supporto degli altri attori del network e della filiera.

I programmi di Agrofood BIC prevedono un finanziamento iniziale di 15.000 euro e, a seconda dello stadio di maturità delle start-up, uno o più ulteriori finanziamenti del valore di 20.000 euro, che potranno essere assegnati al raggiungimento di specifici risultati che comprovano il raggiungimento degli obiettivi del progetto.

Infine, le start-up ad alto potenziale saranno eleggibili per significativi investimenti successivi al periodo di accelerazione da parte dei soci e/o di partner investitori.

Per saperne di più www.agrofoodbic.it

© Riproduzione Riservata